Blog

Bonus edilizi, quanto spendere?

Se vuoi ristrutturare la tua casa, hai scelto sicuramente il periodo migliore grazie ai Bonus fiscali stanziati dal Governo e validi fino al 2025.
Le spese sostenute per gli interventi edilizi, infatti, sono detratte in fattura dalla ditta dei lavori o con il sistema di cessione del credito. Fino a quale spesa, però, è consentita la detrazione fiscale?

Per contrastare le frodi registrate ai danni dello Stato, il tetto massimo per Superbonus, Ecobonus e Bonus facciate è stato fissato in Gazzetta Ufficiale nel 2020, poi aggiornato a più riprese fino al 14 febbraio 2022. Tra le novità, detrazioni più alte del 20%.

Partiamo dalle finalità del decreto:

Il presente decreto definisce i costi massimi specifici agevolabili ai fini dell’asseverazione della congruità delle spese. (Decreto MiTE n.75)

Bonus e certificazione tecnica

Nel testo di legge n.75/2022 si parla di asseverazione. Cosa vuol dire?

L’asseverazione è il certificato tecnico della regolarità dell’intervento e deve essere preparato almeno a lavori iniziati. Il nostro lavoro serve, dunque, a certificare l’esistenza dei presupposti legali che danno diritto alla detrazione.

Redigere il certificato è un’azione di nostra competenza, come la responsabilità civile e penale che ci assumiamo nel validare i costi massimi previsti per le spese sostenute:

Ai fini dell’asseverazione della congruità delle spese, il tecnico abilitato allega il computo metrico e assevera che siano rispettati i costi massimi specifici per tipologia di intervento […]. (art.13 comma 1)

N.B. La certificazione tecnica è obbligatoria per tutti i bonus edilizi, eccetto gli interventi in edilizia libera che non superino i 10.000€.

Cosa succede se il tecnico al quale ti sei rivolto sbaglia o dichiara il falso?

La dichiarazione di un certificato non corrispondente allo stato di fatto degli interventi e delle spese sostenute comporta l’inammissibilità della detrazione, con responsabilità penali per il professionista. Per questo, scegli sempre con cura gli esperti del settore a cui affidarti!

Per conoscerci o saperne di più, scrivi una mail o chiamaci!

Legge n.75 del 14/02/2022

Continuando ad approfondire la legge del 2022, vedrai che è divisa in 5 articoli e un allegato A contenente, in grafica, i costi massimi specifici.
Ad ogni tipologia di intervento corrisponde una spesa massima ammissibile per la detrazione, nella dicitura Euro/metro quadrato o Euro/chilowattora.
In conclusione alla tabella, si precisa che i costi elencati non sono comprensivi di IVA, costi di manodopera e installazione.

Non hai trovato il tuo intervento nella Tabella? In questo caso, il prezzo massimo per ottenere la detrazione viene calcolato in base alla regione o alla provincia dell’immobile o del terreno sul quale hai scelto di intervenire.