O.S.P. – Occupazione del Suolo Pubblico

Per occupazione del suolo pubblico si intende tutto ciò che letteralmente viene appoggiato o che proietta la propria ombra a terra su suolo, appunto, pubblico.

La legge consente al privato oppure ad un’azienda l’utilizzo, per una serie di scopi specifici, l’utilizzo di una parte del terreno pubblico, previo il pagamento di un canone d’occupazione, il C.O.S.A.P. .

In particolare, l’interessato può richiedere il rilascio di una concessione demaniale relativa all’occupazione di strade, aree e relativi spazi che appartengono al demanio o al patrimonio non utilizzato dal Comune di Roma.

Usufruisci della deroga COVID19 riguardante l’ampliamento semplificato, l’esonero dal COSAP e altro ancora!

L’ O.S.P. può essere:

  • Permanente: se autorizzata per l’intero anno o per un periodo di 60 giorni ricorrente per almeno 2 anni consecutivi, a condizione che restino invariate la dimensione, le caratteristiche e la tipologia;
  • Temporanea: l’occupazione è autorizzata per un periodo inferiore ad 1 anno. Nel caso di cantieri edili e stradali, l’occupazione di suolo pubblico è sempre temporanea, indipendentemente dalla durata degli stessi e fino alla dichiarazione di termine dei lavori.

Il Comune di Roma ha fissato a 73,38 Euro i Diritti di Istruttoria, aggiunti a due marche da bollo da 16,00 Euro per poter presentare la richiesta. Nel caso in cui poi, l’attività prevista sia alimentare, bisogna aggiungere altri 5,62 Euro.

Successivamente alla conferma da parte del Comune, verrà consegnata la richiesta del pagamento del C.O.S.A.P.

Con la deliberazione 193/2015 abbiamo un chiarimento in merito agli arredi urbani da poter utilizzare per le attività di somministrazione e commerciali.

La delibera ha come obiettivo quello di garantire una continuità stilistica e visiva dei luoghi interessati dalle O.S.P. e divide il territorio del Comune di Roma in tre ambiti:

  • Sito Unesco;
  • Città Storica escluso Sito Unesco;
  • Suburbio.

Per l’occupazione di suolo pubblico i documenti variano in relazione alle variabili delle richieste, i documenti basilari per procedere sono:

  1. Carta d’Identità dell’avente titolo per la richiesta;
  2. Carta d’Identità del rappresentante dell’eventuale impresa che richiede l’occupazione;
  3. Visura Camerale dell’eventuale impresa che richiede l’occupazione;
  4. Eventuale S.C.I.A. commerciale;
  5. Iscrizione alla Tariffa Rifiuti dell’eventuale impresa che richiede l’occupazione.

Tempistiche:

Il Comune di Roma per le O.S.P. fuori dalla Città Storica rilascia il consenso dopo 30 giorni, per le occupazioni richieste all’interno della Città Storica i tempi si dilatano a 60 giorni.

RICHIEDI INFORMAZIONI



error: Content is protected !!